Open Bnl: Fognini fa l'impresa, eliminato l'austriaco Thiem

Fabio Fognini elimina Dominic Thiem e va agli ottavi, dove incontrerà il tedesco Peter Gojowczyk

Fabio Fognini

Fabio Fognini

Redazione 16 maggio 2018Globalsport

Agli Internazionali Bnl d’Italia 2018 trionfa l’azzurro Fabio Fognini e ottiene l’accesso agli ottavi di finale della competizione. Ai sedicesimi è stato eliminato l’austriaco Dominic Thiem, ottavo nel ranking mondiale e sesta testa di serie, in tre set con il punteggio di 6-4, 1-6, 6-3. L'austriaco, in un accesso di rabbia dopo aver perso il servizio nel game decisivo ha spaccato una racchetta. Fognini, numero 21 Atp, affronterà ora il tedesco Peter Gojowczyk, che ha eliminato ieri l'azzurro Lorenzo Sonego. Ecco le dichiarazioni di un Fognini decisamente soddisfatto per la vittoria su Thiem:


 “Sono partito bene, poi ho avuto un calo nel secondo set e quando mi sono ritrovato 5-0 sotto ho cominciato a pensare a come affrontare il terzo set”. C’è stato spazio anche per un deja vu, quando ha dovuto fronteggiare due palle break nel terzo set dopo averne sprecate 5 nel game precedente. “Sì, ieri ho visto il match di Seppi, che si è trovato nella stessa situazione, e ho temuto che succedesse anche a me quello che è successo a lui. Per fortuna sono riuscito a giocare bene e a venirne fuori”. Qualche problema sul servizio a uscire di Thiem… “Il suo è un servizio molto efficace, ho provato ad anticipare con back ed ha funzionato. Comunque in questo torneo sono contento perché sono tornato a rispondere carico e alto di rovescio”.


E il pubblico di Roma ringrazia: "Finalmente...connettiamo. C'è di nuovo grande feeling, in partite così i tifosi devi anche saperli "arrazzare", portarli dalla tua parte, cosa che io ho fatto. Ogni bambino sogna di vincere questo torneo, ce n'è di strada fare. Cosa ho pensato sul 15-40 del 3-3 nel terzo set? Ho avuto pensieri negativi, Seppi ieri aveva girato una situazione simile a suo favore, io invece temevo di perderla". E a chi gli dice che con lui non sai mai cosa aspettarti, come aveva ricordato Thiem alla vigilia, Fabio sorride: "Un po' come me con l'organizzazione del torneo, non sai mai... diciamo così, li ringrazio perché mi hanno fatto riposare tanto".