La "bozza di governo" fa tremare Piazza Affari: lo spread dopo mesi torna a salire

Allarme tra i mercati per la bozza del contratto di governo Lega - M5S

Lo spread condizionato dagli attacchi terroristici?

Lo spread condizionato dagli attacchi terroristici?

redazione 16 maggio 2018

Le manovre politiche in vista della creazione del nuovo governo italiano generano le prime reazioni sui mercati. Allarme, in particolare, per la bozza del contratto Lega-M5s che prevedeva un'uscita dell'Italia dall'euro


Continua a salire lo spread, il differenziale di rendimento tra Btp italiani e i Bund tedeschi, che sfiora i 140 punti base (139,8), col tasso sul decennale del Tesoro in rialzo al 2%. 


Per quanto riguarda la borsa, Piazza Affari diventa fanalino di coda in Europa, con il Ftse Mib che cede lo 0,47% mentre gli altri listini si mantengono poco sopra la parità. I mercati reagiscono con qualche segnale di preoccupazione ma senza isterismi alla proposta di un'uscita dell'Italia dall'euro, proposta bollata subito come superata, mentre le due forze politiche continuano a lavorare alla formazione di un nuovo governo.


In Borsa faticano Ubi (-2,1%) e Banco Bpm (-1,9%), seguite da Prysmian (-1,3%), Enel (-1,3%) e A2A (-1,2%). Positive Saipem (+2,4%), che Bernstein suggerisce di acquistare, e Mediaset (+0,7%), dopo i conti. Bene Astaldi (+3%), che ha annunciato un aumento da 300 milioni e l'ingresso di Ihi, mentre Vittoria Assicurazioni balza del 19,7% e si allinea al prezzo dell'opa di Acutis.